Il Festival della videodanza

By
In News

Il Coreografo Elettronico è un festival internazionale dedicato alla videodanza.

Nato a Napoli nel 1990, organizzato dall’Associazione Napolidanza con l’obiettivo di incentivare e promuovere la danza, il festival promuove la collaborazione artistica tra ballerini, registi, coreografi, scenografi, musicisti, videomaker e cineasti che realizzano video o lavori multimediali.

Il Coreografo elettronico ha contribuito negli anni allo sviluppo di una nuova forma espressiva -nata dall’incontro tra il movimento del corpo, la musica e la tecnologia audiovisiva-  e si articola in varie sezioni, coinvolgendo oltre venti paesi con più di 1000 partecipanti provenienti da tutto il mondo.

Il festival, unico nel genere in Italia, si è imposto nel corso degli anni come uno dei più vivi riferimenti per la promozione, la diffusione e, soprattutto, la catalogazione e archiviazione dei linguaggi della danza contemporanea in formato elettronico. Con la direzione artistica di Laura Valente, il Coreografo Elettronico torna anche quest’anno attraverso la sua ventunesima edizione con un programma straordinario con ospiti e artisti internazionali e un progetto ambizioso. Nel 2016 tra i premiati Marie Chouinard con “Le sacre du printemps” e Matteo Levaggi con “SEXXX”.

Nel corso degli anni grazie al lavoro della fondatrice della manifestazione, Marilena Riccio, il festival è riuscito a presentare al grande pubblico la realtà della videodanza internazionale, premiando i migliori video selezionati.

Il fulcro centrale della manifestazione è composto da un concorso/festival per video di diverse categorie che comprendano, a qualunque titolo, danza e movimento: dalle registrazioni di spettacoli o rielaborazioni degli stessi in studio, alle creazioni per il video, oppure film di danza o sulla danza, fiction, documentari di formato televisivo, clip di videomusica con coreografie originali e anche realizzazioni create con l’aiuto del computer per grafica, animazione e effetti speciali.

Uno spaccato mondiale a tutto tondo di ogni genere di espressione di danza: questo è stato – e continuerà ad essere, per noi che abbiamo ricevuto il testimone – il Coreografo elettronico, il cui obiettivo è la valorizzazione della contaminazione nella danza contemporanea, attraverso l’analisi dei gesti e dei vari elementi coreutici senza dimenticare l’importanza della documentazione complessiva e sintetica di quella particolarissima alchimia di codici comunicativi e sensuali che caratterizza ogni autentica espressione artistica.

 

Recent Posts

Leave a Comment